Gli avvocati
Avv. Dario Jucker
LL.M.
— PARTNER —

Nel 1997 si laurea in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano con una tesi in diritto commerciale. Dopo il conseguimento della laurea, decide di dedicarsi al settore dell’arte e, dopo l’ammissione all’Ordine degli Avvocati di Milano, ottiene un Master of Laws alla Columbia University di New York con un indirizzo in proprietà intellettuale.

Al suo rientro in Italia, collabora con un eminente studio legale di Milano attivo nel settore cinematografico, dello sport e dello spettacolo, dove fonda una propria area dedicata al diritto dell’arte, fornendo specifica assistenza e consulenza legale a collezionisti, musei, fondazioni di artisti e mercanti d’arte.

Nello stesso periodo ottiene una rubrica sul diritto dell’arte nella rivista “Flash Art”, edita da Gianfranco Politi, che terrà fino al 2011.

È stato consulente dell’Associazione Nazionale Gallerie d’arte Moderna e Contemporanea in occasione dell’entrata in vigore in Italia della normativa sul diritto di seguito.

Nel 2009 consegue un diploma in pittura magna cum laude all’Accademia di Belle Arti di Brera, con una tesi in storia della fotografia.

Nello stesso anno si trasferisce in Ticino dove collabora con un importante studio legale di Lugano, occupandosi di consulenza legale a collezionisti e mercanti d’arte nel commercio di opere d’arte a livello internazionale.

È Membro del Centro di Diritto dell’Arte dell’Università di Ginevra, mediatore WIPO/ICOM nelle dispute riferite alle restituzioni dei beni culturali e ospite frequente della RSI, Radiotelevisione Svizzera Italiana, in qualità di esperto di diritto dell’arte, diritto della proprietà intellettuale e diritto della comunicazione.

Tiene frequenti conferenze in materia di diritto dell’arte e trasferimento di beni culturali. In parallelo all’attività legale, ha tenuto alcune esposizioni personali in Svizzera sia di fotografie che di disegni.

Ha partecipato al volume “Il Diritto dell’Arte”, La protezione del patrimonio artistico, Volume 3, a cura di G. Negri-Clementi e S. Stabile, in qualità di redattore del contributo “La circolazione dei beni culturali tra Italia e Svizzera. Le azioni di restituzione”, Skira 2014.